Reclami

Per i reclami della merce si applicano le disposizioni vigenti del Codice civile e quelle della legge sulla tutela del consumatore. I reclami vanno sporti il prima possibile. Per eventuali domande relative al reclamo della merce vi preghiamo di contattarci all’indirizzo e-mail [email protected] o telefonicamente al numero +49 89 1307 2769. 

PROCEDURA PER L’APPLICAZIONE DEL RECLAMO:

  1. L’acquirente ha l’obbligo di compilare il modulo reclami, dove riporterà il proprio nome e cognome, indirizzo, numero di telefono, numero dell’ordine, data di ritiro della merce e descrizione del difetto oggetto di reclamo.
  2. L’acquirente è altresì tenuto ad inviare al venditore anche la fattura o copia della fattura ricevuta insieme alla merce ordinata (la fattura serve come documento attestante l’acquisto anche in caso di reclamo). In caso contrario non sarà possibile da parte nostra accogliere la merce oggetto di reclamo. In caso di smarrimento della fattura, la nostra azienda – purtroppo – non rilascia duplicati di fatture.
  3. Il gioiello oggetto di reclamo va inserito in una bustina di plastica, come quelle comunemente in vendita presso gli uffici postali. Sulla detta bustina bisogna scrivere l’indirizzo della nostra società; quindi inviarla a mezzo posta, preferibilmente con rispettiva assicurazione (non in modalità contro assegno e non consigliamo neppure di inviarla come pacchetto – dato che il servizio postale non effettua la consegna diretta dei pacchi alla nostra azienda e dunque si verrebbero a prolungare i tempi di evasione del reclamo o sostituzione della merce). 

I movimenti (e la rispettiva consegna) della spedizione da voi inviata possono essere monitorati sul sito della Poste Italiane - www.posteitaliane.it nella sezione segui spedizioni. Il numero di riferimento della spedizione è riportato sul retro del foglietto compilato al momento dell’affidamento della merce al servizio postale. La commissione del servizio postale sarà unicamente a carico del cliente.

 

Le buste o plichi da voi inviati dovranno soddisfare le seguenti caratteristiche:

  • in base alle possibilità la merce dovrebbe essere inclusa nella confezione originaria
  • originale della fattura o sua copia
  • modulo reclami compilato


Ricordiamo che in base ai diritti del consumatore, il consumatore non gode del diritto di recesso da contratto stipulato a distanza nel caso in cui il contratto abbia come oggetto un articolo non prefabbricato – ovvero merce da noi non dichiarata come IN MAGAZZINO – oppure nel caso in cui l’articolo sia prodotto sulla scorta di specifiche fornite dal consumatore, o ancora nel caso in cui esso serva per il soddisfacimento di bisogni individuali. Un esempio di quanto sopra riportato possono essere degli anelli realizzati su commessa personalizzata in termini di dimensioni, o comunque altri prodotti personalizzati (per es. con incisione).

 

4. In caso di invio della merce oggetto di reclamo a mezzo corriere il contratto stipulato con il corriere stesso ci permette di verificare la merce oggetto di reclamo insieme alla rispettiva documentazione in presenza del conducente. Se la merce viene consegnata in maniera non idonea, senza documentazione obbligatoria, attraverso altri servizi di corriere da voi scelti, è possibile che vengano a sorgere complicazioni all’atto della presa in consegna dell’oggetto del reclamo, qualora il dato servizio corriere non ci consenta di effettuare i dovuti controlli in sede di consegna della merce alla nostra azienda.

5. L’acquirente è anche tenuto ad inviare al venditore la fattura (o copia della fattura) ricevuta insieme alla merce ordinata; tale fattura serve infatti allo stesso tempo anche come certificato di garanzia. Il venditore si pronuncia in merito al reclamo seduta stante o – in alcuni casi più complessi – entro 3 giorni lavorativi. In alcuni casi giustificati, specie quando è richiesta una valutazione tecnica articolata delle condizioni del prodotto, la decisione del venditore può essere presa e comunicata anche entro 30 giorni dalla data dell’applicazione del reclamo. Al termine del suddetto lasso di tempo, il consumatore avrà diritto a recedere dal contratto oppure ha diritto alla sostituzione del prodotto con un nuovo prodotto. Il venditore è tenuto a rilasciare un documento scritto in relazione all’evasione del reclamo entro e non oltre 30 giorni dalla data di applicazione del reclamo.

Il venditore è tenuto ad evadere il reclamo e porre fine alla procedura di reclamo in una delle modalità seguenti:

  1. riconsegna dell’articolo dopo riparazione
  2. sostituzione della merce
  3. restituzione dell’importo del prezzo d’acquisto della merce
  4. concessione di adeguato sconto sul prezzo della merce
  5. giustificazione valida dell’eventuale mancata accettazione del reclamo

 

 

L’acquirente ha diritto ad applicare la garanzia nei confronti del venditore solo nel caso in cui la merce faccia riscontrare difetti che siano attribuibili al produttore, fornitore o venditore, che sia possibile applicare valida garanzia e che la merce stessa sia stata acquistata presso il venditore. Negli altri casi il venditore si vedrà impossibilitato a riparare la merce danneggiata nell’ambito della garanzia; se – dopo la notifica di quanto suddetto – l’acquirente richiederà comunque la riparazione del prodotto, egli sarà tenuto a ripagare al venditore i costi legati all’effettuazione dell’intervento di manutenzione o riparazione del prodotto stesso.

La garanzia non si applica in caso di danni meccanici causati dall’acquirente, utilizzo della merce in condizioni non conformi o non idonee, uso indelicato e inappropriato, negligenza nella cura della merce, montaggio non conforme, manipolazione non corretta, trattamenti non corretti applicati alla merce, installazione non corretta.

Tutte le riparazioni validamente applicabili durante il periodo di garanzia saranno eseguite a titolo gratuito. Il diritto alla riparazione gratuita in garanzia si estingue anche in caso di intervento inappropriato sul prodotto durante il periodo di garanzia da parte di qualsiasi persona che non risulti essere autorizzata. Il venditore si riserva anche il diritto a non restituire il denaro per la merce come descritta sopra o comunque a non sostituirla con altra merce.

Il venditore invierà la merce a proprie spese all’indirizzo dell’acquirente. Insieme alla merce il venditore invierà all’acquirente anche la propria dichiarazione circa il reclamo in oggetto e la rispettiva documentazione fotografica (fotografia del gioiello quando ci è stato consegnato + fotografia dopo la riparazione).

In dipendenza dell’evasione del reclamo il periodo di garanzia sarà prorogato secondo il numero di giorni di durata della procedura di reclamo. Se il reclamo viene evaso, entro la scadenza stabilita dalla legge, mediante sostituzione della merce con merce nuova, il nuovo periodo di garanzia inizierà a decorrere a partire dalla data di evasione del reclamo.

Dietro richiesta dell’Ispettorato slovacco per il commercio (SOI) il venditore è tenuto a esibire una copia del documento attestante l’accettazione del reclamo, eventuali motivazioni secondo cui non è possibile decidere immediatamente sulla modalità di evasione del reclamo e secondo cui non è possibile evadere immediatamente il reclamo dopo la determinazione della modalità di evasione, documento attestante l’avvenuto invio della merce a perizia oppure risultati della perizia (se già disponibili) e copia del documento attestante l’evasione del reclamo. In caso di reclamo fatto valere entro 12 mesi dall’acquisto del prodotto, il venditore può evadere il reclamo mediante reiezione, ma unicamente sulla scorta di un’adeguata perizia. Se l’acquirente fa valere il reclamo dopo 12 mesi dall’acquisto e il venditore lo rifiuta, la persona che ha effettuato l’evasione del reclamo sarà tenuta a riportare nel documento di evasione il nome del soggetto cui il consumatore potrà inviare il prodotto ai fini di perizia professionale. Se il prodotto è inviato al perito, i costi per la perizia stessa e tutti gli altri costi ad essa inerenti saranno a carico del venditore, a prescindere dai risultati della perizia. Se il consumatore, mediante perizia professionale, dimostra la responsabilità del venditore per il difetto, il reclamo potrà essere applicato nuovamente; l’esecuzione della perizia ha effetto sospensivo sul periodo di garanzia. Il venditore ha l’obbligo di rimborsare al consumatore il prima possibile tutti i costi affrontati per la perizia o comunque inerenti ad essa. Il reclamo di nuovo applicato, come sopra descritto, non potrà essere rifiutato.

All’atto dell’applicazione del reclamo il venditore ha l’obbligo di rilasciare al consumatore un documento attestante l’avvenuta richiesta di evasione del reclamo. Se il reclamo è applicato mediante mezzi di comunicazione a distanza, il venditore sarà tenuto a notificare la suddetta attestazione al consumatore immediatamente, o comunque nel più breve tempo possibile – o al massimo in concomitanza con la notifica del documento relativo all’evasione del reclamo. Il documento di conferma dell’avvenuta applicazione del reclamo non dovrà necessariamente essere notificato, qualora il consumatore abbia altre possibilità di dimostrare l’avvenuta applicazione del reclamo.

Il venditore è tenuto a gestire un registro dei reclami e ad esibirlo – su richiesta – all’Ispettorato slovacco per il commercio (SOI) ai fini di controlli. Il registro reclami deve contenere i dati relativi alla data di applicazione del reclamo, data e modalità di evasione del reclamo e numero progressivo del documento attestante l’applicazione del reclamo.

L’evasione del reclamo non va ad influire sul diritto dell’acquirente al risarcimento danni ai sensi della prescrizione specifica.

 

Si prega di allegare al reclamo anche il MODULO RECLAMI scaricabile qui.