Condizioni commerciali generali

I. INTRODUZIONE

1. La società iZlato s. r. o. con il presente regolamento reclami, in ottemperanza al § 18 comma 1 della legge n. 250/2007 Racc. sulla tutela del consumatore e sulla modifica della legge n. 372/1990 Racc. sulle infrazioni, e successivi emendamenti, è ad informare correttamente il consumatore (oltre solo anche “Cliente” o “Acquirente”) circa le condizioni e la modalità di applicazione dei diritti inerenti alla responsabilità per difetti (oltre solo “reclamo”), compresi i dati sul luogo dove presentare il reclamo e sull’esecuzione delle riparazioni in garanzia.

2. Le presenti condizioni commerciali sono conformi al § 18 comma 1 della legge sulla tutela del consumatore, come pubblicato sul sito www.heratis.it in uno spazio ben visibile ed accessibile al consumatore.

3. Sul sito viene gestita l’oreficeria online heratis.it che offre in vendita merce di consumo selezionata. Il gestore di iZlato.sk e fornitore della merce proposta è la società iZlato s.r.o., con sede in EUROVEA CENTRAL 1, Pribinova 4, 81102 BRATISLAVA, n.id.org.: 36505595, P. IVA: SK2022012663, iscritta al registro delle imprese presso il tribunale provinciale di Bratislava I, sezione: s.r.o. inserto n.: 110687/B.

 

II. IDENTIFICAZIONE DELLE PARTI CONTRAENTI:

1. venditore:

iZlato s.r.o., con sede in EUROVEA CENTRAL 1, Pribinova 4, 81102 BRATISLAVA, n.id.org.: 36505595, P. IVA: SK2022386641, iscritta al registro delle imprese presso il tribunale provinciale di Bratislava I, sezione: s.r.o. inserto n.: 110687/B

2. acquirente:

Per cliente si intende un utente (qualsiasi persona fisica o giuridica senza limitazioni) che ha la possibilità di ordinare prodotti sul sito del gestore. Per destinatario si intende una persona fisica o giuridica cui la merce spedita è indirizzata in base all’ordine del cliente. Per destinazione si intende il luogo di destinazione definito dal cliente, dove il gestore è tenuto ad inviare la merce oggetto di spedizione. Per spedizione si intende la merce che fa parte dell’offerta del gestore sulle pagine del centro shopping.

 

III. OGGETTO DEL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA

1. Il venditore si impegna a fornire il tipo esatto e la quantità esatta di merce, così come riportato al momento dell’effettuazione dell’ordine, sulla base dell’ordine stesso del cliente, secondo il prezzo pattuito.

2. Barrando la casella prima dell’invio dell’ordine l’acquirente dichiara: di aver preso conoscenza delle condizioni commerciali generali, di averle comprese nella loro interezza e di aderire ad esse.

3. L’oggetto dell’acquisto in base al contratto di compravendita stipulato è la merce specificata nell’ordine dell’acquirente in termini di: prodotto, nome, tipo, quantità, peso, dimensioni, prezzo, ecc.

 

IV. PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

IV.1. Le parti contraenti concordano che, ai fini della corretta evasione e consegna dell’ordine – se l’acquirente è una persona giuridica – l’acquirente stesso sarà tenuto a riportare al venditore (nell’ordine) la propria ragione sociale, sede legale (compreso CAP), codice fiscale e partita IVA (se assegnata), numero di telefono e indirizzo di posta elettronica.

IV.2. Dopo la corretta registrazione all’e-shop, l’acquirente può verificare e modificare in qualsiasi momento i propri dati personali o anche cancellare la propria registrazione accedendo al sito dell’e-shop, nella sezione “I miei dati”.

IV.3. In virtù del presente documento, il venditore comunica all’acquirente che – ai sensi dell’art. 6 comma 1, lettera b) del Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio (UE) 2016/679 del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati) (oltre solo “Regolamento”) – nell’ambito del processo di adempimento del contratto di compravendita il venditore stesso (in qualità di gestore del sistema informativo) tratterà i dati personali dell’acquirente senza il suo consenso come persona interessata, dal momento che il trattamento di dati personali del cliente sarà effettuato dal venditore all’interno dei rapporti pre-contrattuali con l’acquirente e la stessa elaborazione dei dati personali è indispensabile ai fini del soddisfacimento del contratto di compravendita in cui l’acquirente figura coma una delle parti contraenti.

IV.4. Ai sensi dell’art. 6 comma 1, lettera f) del Regolamento, dopo la consegna della merce ordinata all’acquirente (o dopo l’esecuzione del servizio), sulla scorta di interessi legittimi, il venditore è autorizzato ad elaborare i dati personali dell’acquirente anche ai fini di marketing diretto e ad inviare all’indirizzo e-mail dell’acquirente eventuali informazioni su nuovi prodotti, sconti e offerte speciali concernenti la merce o i servizi in vendita.

IV.5. Il venditore si impegna a trattare i dati personali dell’acquirente in conformità con le disposizioni di legge applicabili nella Repubblica Slovacca.

IV.6. Il venditore dichiara che – in conformità con l’art. 5 comma 1, lettera a) e lettera b) del Regolamento – acquisirà i dati personali dell’acquirente esclusivamente per le finalità di cui nelle presenti condizioni commerciali e di reclamo.

IV.7. Il venditore dichiara che – per fini diversi da quanto riportato nelle presenti condizioni commerciali e di reclamo – egli acquisirà i dati personali dell’acquirente sempre in modalità specifica e secondo l’appropriato quadro legale; al tempo stesso il venditore garantisce che i detti dati personali saranno elaborati e sfruttati esclusivamente secondo modalità corrispondenti alla finalità per la quale sono stati raccolti e non saranno raggruppati insieme ad altri dati personali acquisiti per altri fini o con l’obiettivo di adempiere al contratto di compravendita.

IV.8. Prima dell’invio dell’ordine l’acquirente sarà invitato a confermare (barrando l’apposita casella prima dell’invio dell’ordine) che il venditore gli ha comunicato in maniera adeguata, comprensibile e inequivoca:

  • i propri dati identificativi, come riportato all’art. 1 delle presenti condizioni commerciali e di reclamo, mediante cui si rivela l’identità del venditore,
  • dati di contatto del venditore, o della persona incaricata dal venditore,
  • finalità del trattamento dei dati personali, ovvero la stipula del contratto di compravendita tra il venditore e l’acquirente e la base legale per il trattamento dei dati personali,
  • che l’acquirente è obbligato a fornire i propri dati personali richiesti ai fini della stipula del contratto di compravendita e del corretto soddisfacimento e consegna dell’ordine,
  • se il trattamento dei dati personali ha la propria base legale nell’articolo 6 comma 1, lettera f) – che l’interesse legittimo perseguito dal venditore altro non è che il marketing diretto,
  • dati identificativi di terzi, ovvero della società che si occupa della consegna della merce all’acquirente, o comunque dati identificativi di altri destinatari o categorie di destinatari di dati personali (se del caso),
  • periodo di conservazione dei dati personali o criteri per la rispettiva definizione della durata di tale periodo,

IV.9. Il venditore dichiara che tratterà i dati personali in conformità con le buone usanze ed agirà secondo modalità che non contrastano con il Regolamento o con le disposizioni di legge generalmente applicabili e che in nessun modo tali disposizioni saranno aggirate.

IV.10. In conformità con il Regolamento, il venditore fornirà le seguenti informazioni all’acquirente i cui dati sono oggetto di trattamento:

  • identità e dati di recapito del venditore e – se del caso – del rappresentante del venditore,
  • dati di recapito di eventuale persona responsabile,
  • finalità del trattamento dei dati personali e base legale del trattamento,
  • se la base legale del trattamento dei dati personali è l’articolo 6 comma 1, lettera f) – interessi legittimi perseguiti dal venditore o da terzi,
  • cerchia di destinatari o categorie di destinatari dei dati personali, se esistenti,
  • nel caso in cui fosse pertinente – informazioni sul fatto che il venditore intende trasferire i dati personali a paese terzo o organizzazione internazionale,
  • periodo di conservazione dei dati personali o criteri per la rispettiva definizione della durata di tale periodo,
  • informazioni circa l’esistenza del diritto a richiedere al venditore l’eventuale accesso ai propri dati personali e del diritto alla loro rettifica o cancellazione o limitazione di trattamento, o ancora diritto di obiezione al trattamento dei dati personali o diritto alla trasferibilità dei dati,
  • diritto a presentare lamentele presso organi di supervisione,
  • informazioni sul fatto se la concessione dei dati personali costituisce un requisito legale o contrattuale, oppure un requisito necessario ai fini della stipula del contratto; informazioni sul fatto se l’acquirente ha l’eventuale obbligo di trasmettere i propri dati personali, comprese eventuali conseguenze della mancata trasmissione dei dati personali,
  • eventuale applicazione di decisioni automatizzate, compreso profiling;

Il venditore ha diritto ad acquisire dal venditore una copia dei dati personali elaborati e, a riguardo, ha anche diritto ad acquisire tutte le informazioni di cui sopra. Per quanto riguarda tutte le eventuali altre copie di cui l’acquirente fa richiesta, il venditore è autorizzato ad addebitare una commissione corrispondente ai costi amministrativi per l’esecuzione della copia.

IV.11. Se il venditore applica il proprio diritto ai sensi del punto IV.10 per iscritto o elettronicamente o se dal contenuto della sua richiesta risulta che egli ha applicato il proprio diritto ai sensi del punto IV.10, la richiesta stessa sarà considerata come “presentata in conformità con il presente Regolamento”.

IV.12. L’acquirente ha diritto a sollevare obiezioni nei confronti del venditore per quanto concerne il trattamento dei propri dati personali che – secondo quanto presupposto – dovrebbero venire utilizzati ai fini di marketing diretto (compreso profiling) nei limiti di quanto inerente al marketing diretto in questione. Se l’acquirente obietta contro detto trattamento, il venditore porrà fine al trattamento dei dati personali ai fini di marketing diretto a partire dalla data della notifica dell’obiezione al venditore; e, pertanto, i dati personali dell’acquirente non potranno più essere elaborati per il fine di cui sopra.

IV.13. In caso di sospetti che i suoi propri dati personali siano trattati illegalmente, l’acquirente ha diritto a denunciare tale fatto all’Autorità garante per la tutela dei dati personali. Se l’acquirente non è giuridicamente idoneo ad eseguire atti legali nella loro interezza, i suoi diritti possono essere esercitati dal suo rappresentante legale.

IV.14. Il venditore adotterà adeguati provvedimenti con l’obiettivo di fornire all’acquirente tutte le informazioni di cui al punto IV.11 in maniera chiara, trasparente, comprensibile e facilmente accessibile, con formulazioni semplici. Il venditore trasmette le informazioni in formato elettronico o in conformità con il Regolamento anche mediante altri mezzi di comunicazione, secondo quanto concordato con l’acquirente.

IV.15. Le informazioni sui provvedimenti adottati sulla scorta della richiesta dell’acquirente saranno trasmesse dal venditore all’acquirente il prima possibile, e comunque entro e non oltre un mese dalla notifica della richiesta.

IV.16. Il venditore ivi comunica all’acquirente che – a titolo dell’adempimento del contratto stipulato – nell’ambito del trattamento dei dati personali dell’acquirente, si presume che i dati dell’acquirente siano concessi e resi accessibili ai seguenti terzi o cerchie di destinatari:

  • Slovenská pošta, a.s., con sede in Partizánska cesta 9, 975 99 Banská Bystrica, n.id.org.: 36631124, iscritta al registro delle imprese presso il tribunale provinciale di Banská Bystrica I (sezione: Sa, inserto n.803/S
  • Direct Parcel Distribution SK s.r.o., con sede in Technická 7, 821 04 Bratislava, n.id.org.: 35834498, iscritta al registro delle imprese presso il tribunale provinciale di Bratislava I (sezione: Sro. inserto n. 26367/B

IV.17. In relazione al trattamento dei dati personali, l’acquirente può richiedere quanto segue al venditore:

  1. conferma del fatto se i propri dati personali sono o non sono trattati,
  2. finalità del trattamento dei dati personali
  3. (in formato generalmente comprensibile) informazioni sul trattamento dei propri dati personali nel sistema informativo e sul relativo status, nella seguente maniera:
    • dati identificativi del venditore e del rappresentante del venditore (se nominato)
    • dati identificativi dell’intermediario; non vale, se il venditore – nell’ottenimento dei dati personali – non si attiene al § 8 della Legge sulla tutela dei dati personali
  4. (in formato generalmente comprensibile) informazioni precise sulla fonte da cui sono stati acquisiti i dati personali destinati al trattamento,
  5. (in formato generalmente comprensibile) copia dei dati personali oggetto di trattamento,
  6. informazioni aggiuntive che – alla luce di tutte le circostanze e condizioni di trattamento dei dati personali – sono necessarie per l’acquirente ai fini dell’esercizio garantito dei suoi diritti e dei suoi interessi legittimi, nello specifico soprattutto:
    • informativa sulla volontarietà o obbligo di trasmissione dei dati personali richiesti; se il venditore ottiene i dati personali dell’acquirente sulla base del consenso dell’acquirente ai sensi del § 11 della Legge sulla tutela dei dati personali, sarà necessario riportare anche il periodo di validità del consenso; se invece l’obbligo dell’acquirente di trasmettere i dati personali deriva da un atto legale vigente dell’Unione europea o trattato internazionale cui la Repubblica Slovacca è vincolata o dalle leggi in generale, allora il venditore sarà tenuto a comunicare all’acquirente la base legale su cui si fonda il detto obbligo, informandolo circa le conseguenza di un eventuale rifiuto di concessione dei dati personale
    • informazioni su terzi, se si prevede o risulta chiaro che i dati personali saranno forniti a terzi
    • cerchia di destinatari, se si prevede o risulta chiaro che i dati personali saranno loro forniti,
    • forma di pubblicazione, se i dati personali dovranno essere pubblicati
    • paesi terzi, se si prevede oppure è evidente che i dati personali saranno trasmessi verso il detti paesi
  7. rettifica dei propri dati dati personali erronei, incompleti o non aggiornati.
  8. eliminazione dei dati personali, una volta che è stato soddisfatto il fine del loro trattamento; se oggetto del trattamento sono dei documenti ufficiali contenenti dati personali, l’acquirente può anche richiedere la rispettiva restituzione fisica,
  9. eliminazione dei dati personali oggetto del trattamento, qualora si sia verificata un’infrazione della Legge sulla tutela dei dati personali o di un altra disposizione di legge applicabile nella Repubblica Slovacca.

IV.18. In relazione al trattamento dei dati personali, l’acquirente può richiedere quanto segue al venditore:

  1. conferma del fatto se i propri dati personali sono o non sono trattati,
  2. finalità del trattamento dei dati personali
  3. (in formato generalmente comprensibile) informazioni sul trattamento dei propri dati personali nel sistema informativo e sul relativo status, nella seguente maniera:
    • dati identificativi del venditore e del rappresentante del venditore (se nominato)
    • dati identificativi dell’intermediario; non vale, se il venditore – nell’ottenimento dei dati personali – non si attiene al § 8 della Legge sulla tutela dei dati personali
  4. (in formato generalmente comprensibile) informazioni precise sulla fonte da cui sono stati acquisiti i dati personali destinati al trattamento,
  5. (in formato generalmente comprensibile) copia dei dati personali oggetto di trattamento,
  6. informazioni aggiuntive che – alla luce di tutte le circostanze e condizioni di trattamento dei dati personali – sono necessarie per l’acquirente ai fini dell’esercizio garantito dei suoi diritti e dei suoi interessi legittimi, nello specifico soprattutto:
    • informativa sulla volontarietà o obbligo di trasmissione dei dati personali richiesti; se il venditore ottiene i dati personali dell’acquirente sulla base del consenso dell’acquirente ai sensi del § 11 della Legge sulla tutela dei dati personali, sarà necessario riportare anche il periodo di validità del consenso; se invece l’obbligo dell’acquirente di trasmettere i dati personali deriva da un atto legale vigente dell’Unione europea o trattato internazionale cui la Repubblica Slovacca è vincolata o dalle leggi in generale, allora il venditore sarà tenuto a comunicare all’acquirente la base legale su cui si fonda il detto obbligo, informandolo circa le conseguenza di un eventuale rifiuto di concessione dei dati personale
    • informazioni su terzi, se si prevede o risulta chiaro che i dati personali saranno forniti a terzi
    • cerchia di destinatari, se si prevede o risulta chiaro che i dati personali saranno loro forniti,
    • forma di pubblicazione, se i dati personali dovranno essere pubblicati
    • paesi terzi, se si prevede oppure è evidente che i dati personali saranno trasmessi verso il detti paesi
  7. rettifica dei propri dati dati personali erronei, incompleti o non aggiornati.
  8. eliminazione dei dati personali, una volta che è stato soddisfatto il fine del loro trattamento; se oggetto del trattamento sono dei documenti ufficiali contenenti dati personali, l’acquirente può anche richiedere la rispettiva restituzione fisica,
  9. eliminazione dei dati personali oggetto del trattamento, qualora si sia verificata un’infrazione della Legge sulla tutela dei dati personali o di un altra disposizione di legge applicabile nella Repubblica Slovacca.

IV.19. Sulla base di richiesta scritta gratuita, l’acquirente ha diritto ad obiettare quanto segue nei confronti del venditore:

  1. trattamento dei propri dati personali per i quali presuppone che siano o saranno trattati ai fini di marketing diretto, senza il proprio consenso, e richiedere la loro eliminazione,
  2. sfruttamento dei dati personali di cui al § 10 comma 3, lettera d) ai fini di marketing diretto mediante corrispondenza postale, oppure
  3. concessione dei dati personali di cui al § 10 comma 3, lettera d) ai fini di marketing diretto.

IV.20. Sulla base di richiesta scritta gratuita, l’acquirente ha diritto ad obiettare quanto segue nei confronti del venditore: trattamento dei dati personali di cui al § 10 comma 3, lettera a), e), f) o g) della Legge sulla tutela dei dati personali esplicando giustificate motivazioni o presentando prove circa l’intervento non-autorizzato a detrimento dei suoi diritti o interessi legittimi che – nel caso specifico – sono o possono essere lesi dal trattamento dei dati personali; salvo motivazioni legalmente giustificabili e qualora si venga a dimostrare che l’obiezione dell’acquirente è di carattere legittimo, il venditore sarà tenuto a bloccare ed eliminare immediatamente (secondo quanto consentito dalle circostanze del caso) i dati personali relativamente ai quali l’acquirente aveva posto obiezioni al trattamento.

IV.21. L’acquirente, sulla base di una richiesta scritta o personalmente, e a condizione che la cosa abbia carattere impellente, ha diritto in qualsiasi momento a presentare obiezioni presso il venditore e a non sottostare a decisione del venditore che avrebbe per lui effetti legali o impatto significativo, qualora tale decisione sia stata adottata esclusivamente sulla base di atti di trattamento automatizzato dei dati personali dell’acquirente. L’acquirente ha diritto a richiedere al venditore l’esame della decisione adottata mediante metodica differente da trattamento automatizzato; al tempo stesso, il venditore avrà l’obbligo di convenire alla richiesta del partner contrattuale, in maniera tale che nell’ambito dell’esame della decisione il ruolo decisionale spetti al soggetto autorizzato; il venditore informerà l’acquirente circa la modalità di esame e circa i risultati delle ricerche entro la scadenza di cui al punto 9.18 delle presenti condizioni commerciali. L’acquirente non avrà il suddetto diritto nel caso in cui ciò sia stabilito da una legge specifica che regola le misure di tutela dei suoi interessi legittimi in qualità di acquirente, oppure se – nell’ambito dei rapporti pre-contrattuali oppure nel corso della validità dei rapporti contrattuali – il venditore adotta una decisione con la quale viene incontro al partner contrattuale, oppure se il venditore – sulla base del contratto – adotta un’altra misura adeguata per la tutela degli interessi legittimi dell’acquirente.

IV.22. Se l’acquirente esercita il proprio diritto per iscritto e, dal contenuto della richiesta, risulta che egli ha correttamente applicato il proprio diritto, detta richiesta sarà considerata come “debitamente presentata” ai sensi della legge in questione; per quanto riguarda le richieste presentate a mezzo posta elettronica o fax, l’acquirente provvederà a recapitare successivamente anche l’originale cartaceo (entro e non oltre tre giorni dalla data del primo invio).

IV.23. In caso di sospetti che i suoi propri dati personali siano trattati illegalmente, l’acquirente ha diritto a denunciare tale fatto all’Autorità garante per la tutela dei dati personali. Se l’acquirente non è giuridicamente idoneo ad eseguire atti legali nella loro interezza, i suoi diritti possono essere esercitati dal suo rappresentante legale.

IV.24. Il venditore è tenuto a rispondere per iscritto alla richiesta dell’acquirente ai sensi del presente articolo delle presenti condizioni commerciali e di reclamo, o comunque ad accogliere le istanze dell’acquirente in conformità con la Legge sulla tutela dei dati personali, informando per iscritto l’acquirente entro e non oltre 30 giorni dalla notifica della richiesta o altre istanze.

IV.25. Il venditore informerà immediatamente la persona interessata (e anche l’Autorità garante per la tutela dei dati personali) circa l’eventuale limitazione dei diritti dell’acquirente ai sensi del § 28 comma 2 della Legge sulla tutela dei dati personali.

 

V. CONFERMA DELL'ORDINE:

Il sistema vi invierà automaticamente (a mezzo posta elettronica) la conferma dell’accettazione dell’ordine. Nella data dell’invio della spedizione a mezzo corriere, sarete informati a riguardo via e-mail. Se necessario, all’indirizzo e-mail da voi specificato riceverete tutte le ulteriori informazioni relative al vostro ordine.

 

VI. TERMINI DI CONSEGNA E CONDIZIONI:

La merce viene consegnata a mezzo corriere DPD o Poste slovacche (a discrezione del cliente). Il periodo di consegna della merce dipende dal tipo di consegna selezionato all’atto dell’effettuazione dell’ordine. Se la merce ordinata è stata già pagata oppure se è stata ordinata in contro assegno e si trova in magazzino, la merce sarà consegnata entro 2 giorni lavorativi. Al di fuori della Repubblica Slovacca i tempi di consegna vanno invece da 3 a 5 giorni lavorativi. Ciascuna spedizione conterrà l’originale del documento fiscale (fattura) che al tempo stesso funge da certificato di garanzia. In caso di ritiro personale vi preghiamo di ritirare i detti documenti di persona, insieme alla merce. La merce risultante da ordine proprio dell’acquirente (merce con incisioni o realizzata su commessa) può essere consegnata anche secondo tempistiche diverse da quanto riportato nelle presenti condizioni commerciali.

Tutte le offerte speciali sono valide fino ad esaurimento scorte, salvo altre indicazioni riportate per il singolo prodotto.

Salvo altro tipo di accordi pattuiti tra il venditore e l’acquirente nel contratto di compravendita, il venditore è obbligato a consegnare la merce all’acquirente il prima possibile, e comunque entro non oltre 30 giorni dalla data di stipula del contratto di compravendita. Se il venditore non rispetta il proprio impegno a consegnare la merce nelle tempistiche come riportato nella frase prima, l’acquirente lo inviterà a fornire la merce entro un termine di tempo alternativo concesso dall’acquirente e opportunamente definito. Se il venditore non consegna la merce neppure entro la scadenza prorogata, l’acquirente sarà autorizzato a recedere dal contratto.

L’illustrazione cromatica della merce sul monitor non corrisponde sempre ai colori e sfumature reali che l’acquirente percepisce dal vivo davanti all’oggetto. Tra l’altro, la visualizzazione delle sfumature di colore dipende anche dalla qualità dello schermo o altro dispositivo di visualizzazione impiegato.

 

VII. MODALITÀ DI PAGAMENTO PER LA MERCE

In fase di ultimazione dell’ordine offriamo diverse possibilità di pagamento:

1. PAGAMENTO CON CARTA

I pagamenti con carta sono realizzati tramite il portale Tatrabanka. Tutti i dati sulla carta di pagamento sono protetti da Tatrabanka. L’intero processo ha luogo al di fuori del nostro e-shop. Una volta realizzato il pagamento sarete reindirizzati sul sito www.heratis.it dove sarà visualizzata l’informazione sulla conferma della ricezione dell’ordine.

2. PAGAMENTO ONLINE TRAMITE INTERNETBANKING - TrustPay

La merce può essere pagata a mezzo bonifico bancario mediante la pagina web sicura della vostra banca, con dati di pagamento già compilati automaticamente (importo, simbolo variabile). Non veniamo a conoscenza dei vostri dati; riceviamo unicamente informazioni sulla corretta esecuzione o sull’eventuale non riuscita della transazione.

3. PAGAMENTO TRAMITE PayPal

L’ordine può essere pagato in tutta sicurezza anche con un conto PayPal.

4. PAGAMENTO RATEALE TRAMITE Quatro

5. PAGAMENTO CON BITCOIN

I gioielli in oro e argento e gli orologi possono essere pagati in tutta sicurezza anche mediante la criptovaluta bitcoin. I pagamenti sono realizzati tramite il portale bitpay.

6. PAGAMENTO A MEZZO BONIFICO BANCARIO
L’ordine può anche essere pagato a mezzo bonifico sul nostro conto presso la Tatra banka. I dati relativi al pagamento vi saranno inviati via e-mail, compresa anche la conferma dell’accettazione dell’ordine. Come simbolo variabile vi preghiamo di riportare il numero dell’ordine. La merce sarà spedita subito dopo l’accredito.

 

VIII. COMMISSIONI PER LA CONSEGNA E L’IMBALLAGGIO DELLA MERCE:

Tutta la merce ordinata è consegnata ai prezzi aggiornati dei nostri trasportatori contrattuali, senza incrementi. Il committente ha la possibilità di scegliere la modalità di consegna e di imballaggio dei gioielli!

 

IX. ACQUISIZIONE DEL DIRITTO DI PROPRIETÀ E TRASFERIMENTO DELLA RESPONSABILITÀ PER DANNI ALLA MERCE:

IX.1. Al momento del ritiro della merce presso il luogo concordato, il diritto di proprietà sulla merce sarà trasferito all’acquirente. L’acquirente che non rientra nella definizione di consumatore come riportato nella disposizione del § 2 lettera a) della Legge, acquisirà il diritto di proprietà sulla merce solo al momento dell’avvenuto pagamento dell’intero corrispettivo d’acquisto della merce.

IX.2. La responsabilità per danni alla merce sarà trasferita all’acquirente nel momento in cui l’acquirente (o terzo incaricato dall’acquirente) ritirerà la merce dal venditore o dal suo rappresentante incaricato della consegna della merce, o comunque – se l’acquirente non ritira tempestivamente la merce – nel momento in cui il venditore consente all’acquirente di ritirare la merce ma l’acquirente non la ritira.

 

X. RESPONSABILITÀ PER DANNI ALLA MERCE E GARANZIA:

L’acquirente è autorizzato ad esaminare la merce immediatamente dopo il suo ritiro. Se viene rilevato un danno meccanico alla confezione del prodotto, l’acquirente sarà tenuto a verificare le condizioni della merce e – in caso di danni – a redigere un verbale sui danni stessi, in presenza del trasportatore. La responsabilità per il danneggiamento nel corso del trasporto è a carico del trasportatore, dal momento che tutta la merce è assicurata. Sulla base del verbale redatto, dopo la stipula di accordo di sistemazione di sinistro assicurativo insieme al trasportatore, il cliente beneficerà di uno sconto adeguato oppure riceverà un nuovo prodotto.

Per quanto riguarda i reclami legati a danni meccanici non manifesti al momento del ritiro, bisognerà denunciarli immediatamente dopo la loro scoperta (ovvero subito dopo il primo utilizzo del prodotto). I reclami tardivi (rispetto a quanto riportato sopra) potranno essere riconosciuti solo se l’acquirente dimostra che i difetti oggetto di reclamo erano già presenti sulla merce al momento del ritiro. Prima del primo utilizzo, l’acquirente è tenuto a studiarsi le condizioni di garanzia, comprese istruzioni per l’uso, e successivamente attenersi strettamente a tali istruzioni. La garanzia non si applica in caso di comune usura dei prodotti (o parte di essi) causata dall’uso normale. L’eventuale vita utile più breve del prodotto non può dunque essere considerata come difetto e non può costituire motivo di reclamo.

Il venditore non è responsabile per i difetti qui di seguito specificati:

  1. Difetti causati da danno meccanico della merce: Rottura della collanina, frantumazione della pietra, graffi sul prodotto, rigonfiamento, distorsione, caduta della pietra causata dalla rottura o distorsione del supporto in cui la pietra è incastonata, rottura dell’elemento di chiusura, rottura delle collanine a cordicella, fessure nella parte circolare dell’anello.
  2. Danni alla merce causati da comune utilizzo: Usura naturale come per esempio abrasione dei cerchi di sostegno per orecchini pendenti, logoramento degli anelli sui pendagli, logoramento degli occhielli delle catenine, normale usura di gioiello placcato in rodio (per esempio parte inferiore degli anelli di oro bianco)
  3. Merce che perde valore a causa del mancato rispetto delle istruzioni riportate per la corretta cura e manutenzione.
  4. La merce oggetto di reclamo deve essere completa.

 

Garanzia:

Sull’intera gamma offriamo una garanzia di 24 mesi (salvo altre indicazioni). Il periodo di garanzia inizia a decorrere a partire dalla data del ritiro della merce da parte dell’acquirente. In caso di necessità, siamo pronti ad offrire anche assistenza post-garanzia. Per eventuali informazioni sui centri di assistenza per le riparazioni in garanzia e post-garanzia potrete contattarci telefonicamente o a mezzo posta elettronica.

 

XI. RECLAMI:

 

Per i reclami della merce si applicano le disposizioni vigenti del Codice civile e quelle della legge sulla tutela del consumatore. I reclami vanno sporti il prima possibile.

Per eventuali domande relative al reclamo della merce vi preghiamo di contattarci all’indirizzo e-mail [email protected] o telefonicamente al numero (vedi contatti).

Procedura per l’applicazione del reclamo:

  1. L’acquirente ha l’obbligo di compilare il modulo reclami (scaricabile sul nostro sito, nella sezione Reclami), dove riporterà il proprio nome e cognome, indirizzo, numero di telefono, numero dell’ordine, data di ritiro della merce e descrizione del difetto oggetto di reclamo.
  2. L’acquirente è altresì tenuto ad inviare al venditore anche una copia della fattura (fungente da certificato di garanzia) ricevuta insieme alla merce ordinata.
  3. Il gioiello oggetto di reclamo va inserito in una busta di plastica, di quelle acquistabili presso gli uffici postali, e va poi inviato preferibilmente mediante spedizione assicurata, e non in contro assegno! (non in modalità contro assegno e non consigliamo neppure di inviarlo come pacchetto – dato che il servizio postale non effettua la consegna diretta dei pacchi alla nostra azienda e dunque si verrebbero a prolungare i tempi di evasione del processo di sostituzione/restituzione della merce).

I movimenti (e la rispettiva consegna) della spedizione da voi inviata possono essere monitorati sul sito della posta slovacca - www.posta.sk nella sezione segui spedizioni. Il numero di riferimento della spedizione è riportato sul retro del foglietto compilato al momento dell’affidamento della merce al servizio postale. Non accettiamo merce inviata in modalità contro assegno.

 

Cosa inserire nella busta:

  • gioiello in base alle possibilità incluso nella confezione originaria
  • modulo reclami compilato
  • copia della fattura, fungente allo stesso tempo come certificato di garanzia,

Ricordiamo che in base ai diritti del consumatore, il consumatore non gode del diritto di recesso da contratto stipulato a distanza nel caso in cui il contratto abbia come oggetto un articolo prodotto sulla scorta di specifiche fornite dal consumatore, o ancora nel caso in cui esso serva per il soddisfacimento di bisogni individuali. Un esempio di quanto sopra riportato possono essere degli anelli realizzati su commessa personalizzata in termini di dimensioni, o comunque altri prodotti personalizzati (per es. con incisione).

4. In caso di invio della merce oggetto di reclamo a mezzo corriere il contratto stipulato con il corriere stesso ci permette di verificare la merce oggetto di reclamo insieme alla rispettiva documentazione in presenza del conducente. L’eventuale consegna di merce non correttamente imballata (senza documentazione obbligatoria) da parte di altri corrieri da voi scelti può causare complicazioni in termini di ritiro dell’oggetto del reclamo, qualora i detti corrieri non ci permettano di eseguire controlli all’atto del ritiro.

5. L’acquirente è altresì tenuto ad inviare al venditore anche una copia della fattura (fungente da certificato di garanzia) ricevuta insieme alla merce ordinata (la fattura serve come documento attestante l’acquisto anche in caso di reclamo).

La garanzia non si applica in caso di danni meccanici causati dall’acquirente, utilizzo della merce in condizioni non conformi o non idonee, uso indelicato e inappropriato, negligenza nella cura della merce, montaggio non conforme, manipolazione non corretta, trattamenti non corretti applicati alla merce, installazione non corretta.

Tutte le riparazioni validamente applicabili durante il periodo di garanzia saranno eseguite a titolo gratuito. Il diritto alla riparazione gratuita in garanzia si estingue anche in caso di intervento inappropriato sul prodotto durante il periodo di garanzia da parte di qualsiasi persona che non risulti essere autorizzata. Il venditore si riserva anche il diritto a non restituire il denaro per la merce come descritta sopra o comunque a non sostituirla con altra merce.

Il venditore si pronuncia in merito al reclamo seduta stante o – in alcuni casi più complessi – entro 3 giorni lavorativi. In alcuni casi giustificati, specie quando è richiesta una valutazione tecnica articolata delle condizioni del prodotto, la decisione del venditore può essere presa e comunicata anche entro 30 giorni dalla data dell’applicazione del reclamo. Al termine del suddetto lasso di tempo, il consumatore avrà diritto a recedere dal contratto oppure ha diritto alla sostituzione del prodotto con un nuovo prodotto.

Il venditore è tenuto a rilasciare un documento scritto in relazione all’evasione del reclamo entro e non oltre 30 giorni dalla data di applicazione del reclamo.

 

Il venditore è tenuto ad evadere il reclamo e porre fine alla procedura di reclamo in una delle modalità seguenti:

  1. riconsegna dell’articolo dopo riparazione,
  2. sostituzione della merce,
  3. restituzione dell’importo del prezzo d’acquisto della merce,
  4. concessione di adeguato sconto sul prezzo della merce.
  5. giustificazione valida dell’eventuale mancata accettazione del reclamo.

Durante il periodo di garanzia l’acquirente è autorizzato ad esercitare il proprio diritto nei confronti del venditore in materia di responsabilità per danni alla merce acquistata presso il venditore e per la quale risponde il produttore, fornitore o venditore stesso. Negli altri casi il venditore si vedrà impossibilitato a riparare la merce danneggiata nell’ambito della garanzia; se – dopo la notifica di quanto suddetto – l’acquirente richiederà comunque la riparazione del prodotto, egli sarà tenuto a ripagare. al venditore i costi legati all’effettuazione dell’intervento di manutenzione o riparazione del prodotto stesso.

Il venditore informerà per iscritto l’acquirente circa l’evasione del reclamo scrivendo all’indirizzo dell’acquirente. Insieme alla merce il venditore invierà all’acquirente anche una copia della propria dichiarazione concernente il reclamo, documentazione fotografica della merce in cui si documenta lo stato della merce all’arrivo e poi prima della spedizione a riparazione avvenuta.

In dipendenza dell’evasione del reclamo il periodo di garanzia sarà prorogato secondo il numero di giorni di durata della procedura di reclamo. Se il reclamo viene evaso, entro la scadenza stabilita dalla legge, mediante sostituzione della merce con merce nuova, il nuovo periodo di garanzia inizierà a decorrere a partire dalla data di evasione del reclamo.

Dietro richiesta dell’Ispettorato slovacco per il commercio (SOI) il venditore è tenuto a esibire una copia del documento attestante l’accettazione del reclamo, eventuali motivazioni secondo cui non è possibile decidere immediatamente sulla modalità di evasione del reclamo e secondo cui non è possibile evadere immediatamente il reclamo dopo la determinazione della modalità di evasione, documento attestante l’avvenuto invio della merce a perizia oppure risultati della perizia (se già disponibili) e copia del documento attestante l’evasione del reclamo. In caso di reclamo fatto valere entro 12 mesi dall’acquisto del prodotto, il venditore può evadere il reclamo mediante reiezione, ma unicamente sulla scorta di un’adeguata perizia (oppure la persona incaricata dal produttore ad esprimersi circa i reclami). Se l’acquirente fa valere il reclamo dopo 12 mesi dall’acquisto e il venditore lo rifiuta, la persona che ha effettuato l’evasione del reclamo sarà tenuta a riportare nel documento di evasione il nome del soggetto cui il consumatore potrà inviare il prodotto ai fini di perizia professionale. Se il prodotto è inviato al perito, i costi per la perizia stessa e tutti gli altri costi ad essa inerenti saranno a carico del venditore, a prescindere dai risultati della perizia. Se il consumatore, mediante perizia professionale, dimostra la responsabilità del venditore per il difetto, il reclamo potrà essere applicato nuovamente; l’esecuzione della perizia ha effetto sospensivo sul periodo di garanzia. Il venditore ha l’obbligo di rimborsare al consumatore (entro 14 giorni dalla ripetuta applicazione del reclamo) tutti i costi affrontati per la perizia o comunque inerenti ad essa. Il reclamo di nuovo applicato, come sopra descritto, non potrà essere rifiutato.

La garanzia non si applica in caso di difetti di cui l’acquirente era stato messo al corrente all’atto della stipula del contratto oppure di cui era tenuto ad essere a conoscenza alla luce delle circostanze del caso.

All’atto dell’applicazione del reclamo il venditore ha l’obbligo di rilasciare al consumatore un documento attestante l’avvenuta richiesta di evasione del reclamo. Se il reclamo è applicato mediante mezzi di comunicazione a distanza, il venditore sarà tenuto a notificare la suddetta attestazione al consumatore immediatamente, o comunque nel più breve tempo possibile – o al massimo in concomitanza con la notifica del documento relativo all’evasione del reclamo. Il documento di conferma dell’avvenuta applicazione del reclamo non dovrà necessariamente essere notificato, qualora il consumatore abbia altre possibilità di dimostrare l’avvenuta applicazione del reclamo.

Il venditore è tenuto a gestire un registro dei reclami e ad esibirlo – su richiesta – all’Ispettorato slovacco per il commercio (SOI) ai fini di controlli. Il registro reclami deve contenere i dati relativi alla data di applicazione del reclamo, data e modalità di evasione del reclamo e numero progressivo del documento attestante l’applicazione del reclamo.

L’evasione del reclamo non va ad influire sul diritto dell’acquirente al risarcimento danni ai sensi della prescrizione specifica.

Se il consumatore non è soddisfatto della modalità in cui il venditore ha evaso il reclamo oppure se ritiene che il venditore abbia infranto qualche diritto del consumatore, lo stesso consumatore ha la possibilità di rivolgersi al venditore presentando richiesta di rettifica. Se il venditore respinge la richiesta di riparazione oppure non risponde entro 30 giorni dalla data del suo invio, il consumatore avrà diritto a presentare ricorso per l’avvio di una soluzione alternativa della controversia, ai sensi della disposizione del § 12 della legge n. 391/2015 Racc. sulle soluzioni alternative delle controversie di consumo e sulla modifica e integrazione di alcune leggi. L’ente competente per la risoluzione alternativa delle controversie di consumo con il venditore iZlato s.r.o. è l’Ispettorato del commercio slovacco (Prievozská 32, 827 99 Bratislava 27, www.soi.sk) oppure un’altra persona giuridica competente ed autorizzata, iscritta all’albo delle organizzazioni per la risoluzione alternativa delle controversie, sotto l’egida del Ministero dell’Economia della Repubblica Slovacca.(http://www.mhsr.sk). Il consumatore ha diritto a scegliere una delle suddette organizzazioni per la risoluzione alternativa delle controversie di consumo. Ai fini della presentazione del ricorso per risoluzione alternativa della controversia, il consumatore può sfruttare la piattaforma per la risoluzione delle controversie online, sul sito http://ec.europa.eu/consumers/odr/.

 

XII. SOSTITUZIONE DELLA MERCE ENTRO 60 GIORNI

Il gioiello va inserito in una bustina di plastica, come quelle comunemente in vendita presso gli uffici postali. Sulla detta bustina bisogna scrivere l’indirizzo della nostra società; quindi inviarla a mezzo posta, preferibilmente con rispettiva assicurazione (non in modalità contro assegno e non consigliamo neppure di inviarla come pacchetto – dato che il servizio postale non effettua la consegna diretta dei pacchi alla nostra azienda e dunque si verrebbero a prolungare i tempi di evasione del reclamo o sostituzione della merce). Le buste o plichi da voi inviati dovranno soddisfare le seguenti caratteristiche:

A - gioiello nella confezione originaria, B/ - modulo sostituzione compilato.

(Il modulo può essere scaricato nella sezione Tutto sull’acquisto - Sostituzione merce).

Avvertimento importante: l’opzione sostituzione o restituzione non è applicabile nel caso dei gioielli che non erano presenti in magazzino e hanno richiesto tempi più lunghi di preparazione, oppure sono stati prodotti solo dopo l’accettazione del vostro ordine o – su richiesta del cliente – sono stati aggiuntivamente incisi (per es. anelli o braccialetti con piastrina).

Heratis.it si riserva anche il diritto a non approvare la sostituzione/restituzione della merce, se il gioiello mostra segni di visibile impiego, significativa usura superficiale o danno meccanico. La sostituzione sarà effettuata nel corso di 14 giorni dalla consegna del gioiello presso il dipartimento sostituzioni.

 

 

XIII. ANNULLAMENTO DELL’ORDINE

Tutti gli ordini possono essere annullati entro le ore 15:00 del giorno dell’ordine (se l’ordine è stato accettato entro le 15:00) oppure entro le ore 12:00 (se l’ordine è stato accettato entro le 15:00 del giorno precedente), a mezzo posta elettronica [email protected] o telefonicamente al numero +421 800 300 575, anche senza addurre alcuna motivazione. Basta specificare il nome, e-mail, numero ordine e descrizione della merce ordinata.

Il venditore è autorizzato ad annullare l’ordine se – per via di esaurimento delle scorte o indisponibilità della merce – egli non è in grado di consegnare la merce al venditore nelle tempistiche stabilite dalle presenti condizioni commerciali oppure al prezzo riportato sull’e-shop, a meno che l’acquirente non acconsente alla procedura di sostituzione della merce con prodotto alternativo. L’acquirente sarà informato circa l’avvenuto annullamento dell’ordine telefonicamente o a mezzo posta elettronica.

Se l’acquirente ha già pagato l’intero prezzo o un importo parziale per un ordine poi annullato, l’ammontare versato gli sarà risarcito entro 14 giorni dall’annullamento dell’ordine, mediante bonifico cashless sul conto comunicato dall’acquirente oppure mediante vaglia postale.

 

XIV. RECESSO DAL CONTRATTO DA PARTE DELL’ACQUIRENTE AGENTE COME CONSUMATORE

Il consumatore è autorizzato a recedere dal contratto di compravendita senza addurre motivazioni, in conformità con la disposizione del § 7 e sgg. della Legge n. 102/2014 sulla tutela del consumatore per gli acquisti a distanza (oltre solo “Legge sulla tutela del consumatore per gli acquisti a distanza”) entro 14 giorni dalla consegna della merce, se il venditore ha provveduto a rispettare correttamente e tempestivamente gli obblighi di informazione ai sensi della disposizione del § 3 della Legge sulla tutela del consumatore per gli acquisti a distanza. Nell’arco del suddetto termine di tempo, dopo il ritiro della merce, il consumatore ha diritto a disimballare la merce e a provarla in maniera analoga a quanto solitamente applicato in caso di acquisto presso i negozi “fisici” classici, ovvero nei limiti di quanto strettamente necessario per accertarsi della natura, delle caratteristiche e del funzionamento del prodotto. Il consumatore è responsabile per qualsiasi riduzione del valore della merce. Provare la merce non significa dunque utilizzare il prodotto e poi riconsegnarlo al venditore dopo qualche giorno.

L’acquirente può recedere dal contratto di compravendita (oggetto del quale è l’acquisto di merce) anche prima dell’inizio del periodo di scadenza per il recesso dal contratto.

Il consumatore non è autorizzato a recedere dal contratto se la merce è stata prodotta su misura secondo i requisiti del consumatore, oppure se la merce è destinata specificamente ad un particolare consumatore, oppure se la merce ha caratteristiche tali da non poter essere oggetto di restituzione.

La merce ordinata e adattata su misura (come, in particolari, fedi nuziali, anelli di fidanzamento, anelli con pietra, collanine e braccialetti di dimensioni diverse da quelle disponibili in magazzino, incisioni su gioielli), è considerata come “merce prodotta su misura secondo i requisiti del consumatore” e pertanto non può essere oggetto di recesso dal contratto o di restituzione al venditore entro scadenza legale di 14 giorni.

Il consumatore è responsabile per l’eventuale perdita di valore della merce venutasi a verificare in conseguenza di un impiego della merce al di fuori dei limiti necessari per l’accertamento delle sue proprietà e funzionalità.

La merce va restituita insieme a qualsiasi eventuale regalo ad essa inerente. I costi inerenti all’invio della merce al venditore saranno a carico dell’acquirente. Le spedizioni inviate da voi a noi saranno a vostro carico. Consigliamo di assicurare la merce inviata. Non accettiamo buste o plichi inviati in modalità contro assegno. Si prega di rispedire la merce nella confezione originaria, inutilizzata e non danneggiata, compresi accessori (documento originale attestante l’acquisto, certificato di garanzia – se disponibile –, manuale d’uso, ecc.). È necessario assicurare un’adeguata cura della merce. Il venditore non è responsabile per eventuali perdite o danni alla merce.

Nel più breve tempo possibile e comunque entro e non oltre 14 giorni dalla data di notifica del comunicato di recesso dal contratto, il venditore sarà tenuto a restituire all’acquirente l’importo di tutti i pagamenti ricevuti dal cliente sulla base del contratto di compravendita o in relazione ad esso, compresi costi di trasporto, consegna e spese postali o altri costi e commissioni. Quanto suddetto non si applica in caso di costi aggiuntivi, qualora l’acquirente scelga una diversa modalità di notifica rispetto alla modalità più economica e comune (come proposto dal venditore). Quanto suddetto non si applica neppure in caso di servizi integrativi, eventualmente contemplati nel contratto ed eventualmente erogati nella loro interezza. (In caso di recesso dal contratto, vi saranno rimborsati anche i costi di fornitura della merce secondo la modalità di consegna più economica da noi offerta, ovvero posta semplice).

Il venditore non è tenuto a restituire all’acquirente gli importi dei pagamenti (ai sensi del presente punto delle presenti condizioni commerciali e di reclamo) prima ancora della riconsegna della merce o comunque fino a quando l’acquirente non dimostrerà che la merce sia stata rispedita al venditore – eccezion fatta per i casi in cui il venditore stesso propone di ritirare personalmente la merce o per intermediario di una persona da egli incaricata.

L’acquirente può recedere dal contratto di compravendita (oggetto del quale è l’acquisto di merce) anche prima dell’inizio del periodo di scadenza per il recesso dal contratto.

In caso di recesso dal contratto il consumatore è tenuto a rispedire la merce entro 14 giorni dalla data di recesso.

Se l’acquirente recede dal contratto di compravendita, sarà annullato fin dall’inizio anche ciascun altro contratto integrativo inerente al contratto di compravendita oggetto di recesso.

 

XV. ACCORDI SPECIFICI IN CASO DI ACQUISTO DI PRODOTTI D’ORO

Entro 90 giorni dalla consegna della merce da parte del venditore, il cliente è ancora autorizzato a richiedere al venditore il riacquisto della merce fornita, ma solo nel caso in cui l’oggetto della compravendita sia un prodotto in oro. Il suddetto diritto deve essere applicato dall’acquirente mediante comunicazione scritta al venditore, telefonicamente o anche via e-mail, entro e non oltre il già citato periodo di 90 giorni. Nel caso in cui il venditore abbia espressamente interesse a riacquistare l’oggetto della compravendita, il cliente sarà tenuto ad inviare la merce al venditore. Non accettiamo merce inviata in modalità contro assegno. Consigliamo di assicurare la merce inviata. Dopo la consegna della merce, il venditore valuterà le condizioni di usura e funzionalità del prodotto e – entro 7 giorni dal ritiro della merce – comunicherà al cliente il prezzo esatto al quale intende riacquistare il prodotto rispedito dal cliente. Se il cliente accetta il prezzo proposto, il venditore erogherà al cliente l’importo pattuito entro e non oltre 3 giorni. Se non viene raggiunto alcun accordo di riacquisto della merce, il venditore restituirà la merce al cliente; e in questo caso il cliente sarà tenuto a pagare i costi inerenti alla rispedizione della merce (che sarà reinviata in modalità contro assegno o mediante plico assicurato).

 

XVI. MISURE RIPORTATE PER IL DATO PRODOTTO:

Tutte le misure dei prodotti sono calcolate sul punto più spesso e più largo del gioiello. Il venditore non è responsabile per l’eventuale errata interpretazione di questo sistema di misurazione.

 

XVII. CONSENSO CON LE CONDIZIONI COMMERCIALI E REGOLAMENTO RECLAMI:

Prima di inviare la merce, l’acquirente sarà invitato a confermare (barrando l’apposita casella) l’avvenuta presa conoscenza delle presenti condizioni commerciali, la loro lettura e la comprensione del loro contenuto nonché la piena adesione ad esse.

 

XVIII. DISPOSIZIONI CONCLUSIVE

Tutti i rapporti giuridici sorti tra il gestore e i clienti sono regolati dalle prescrizioni di legge della Repubblica Slovacca. Gli aspetti non disciplinati dalle presenti condizioni commerciali saranno regolati dalle rispettive disposizioni del Codice civile.

Nome e cognome della persona responsabile per la gestione del negozio e indirizzo di posta elettronica: Slavomír Smoleňák, [email protected]

Le presenti condizioni commerciali acquisiscono validità in data 24 maggio 2018